Referendum del 4 dicembre: come prepararsi al voto

Si avvicina il giorno del referendum costituzionale e ancora molti italiani sono incerti su come votare. Fortunatamente per ogni singolo cittadino è possibile reperire moltissime informazioni; sono infatti diversi i siti, come ad esempio riformacostituzionale.com, che propongono molte pagine totalmente dedicate al quesito del referendum e alle motivazioni del sì e del no.

referendum-costituzionale

Quando si vota


Per poter votare al referendum costituzionale è necessario recarsi presso i seggi designati del proprio comune di residenza, nella solo giornata di domenica 4 dicembre. I seggi apriranno alle ore 7:00 e chiuderanno alle ore 23:00, in mood improrogabile. Non esiste la possibilità di una riapertura dei seggi nella giornata di lunedì, è quindi importante affrettarsi durante la giornata di domenica 4 dicembre. Alle ore 23 della domenica infatti inizierà lo scrutinio dei voti. È importante ricordare che si tratta di un referendum costituzionale, e non di un referendum abrogativo, come invece è accaduto spesso negli ultimi anni. Questo peculiare tipo di referendum non necessita di quorum; questo significa che, indipendentemente dal numero dei votanti, il risultato del referendum dovrà considerarsi valido.

Come si vota


Il referendum costituzionale comprende un unico quesito, all’interno del quale sono racchiuse più domande. Non è possibile rispondere in modo affermativo o negativo per ognuna delle domande poste, perché sulla scheda sarà presente solo una possibilità di voto, sì o no. Questo perché nei referendum costituzionali non è possibile spacchettare la legge in diversi quesiti, lo prevede la nostra costituzione. Per poter votare è importante essere in possesso di tessera elettorale e di documento di identità in corso di validità. Per chi desidera accedere alle urne è necessario effettuare una verifica preventiva di questi requisiti, in modo da porvi rapido rimedio. La carta di identità si rinnova in pochissimi minuti, recandosi presso gli uffici dell’anagrafe del comune di residenza; nel caso in cui non si fosse in possesso di tessera elettorale, può essere richiesta presso gli appositi uffici comunali.

Il cambiamento


Il Disegno di legge per la riforma Costituzionale è già stato approvato dalla Camera e dal Senato. Visto che però tale norma andrà a ritoccare la Costituzione dello stato Italiano, prima di realizzare questo cambiamento epocale è necessario chiedere l’opinione anche dei cittadini. La nuova norma porterà infatti diversi cambiamenti, come ad esempio un totale stravolgimento del Senato, che diventa Senato delle Regioni, costituito quasi esclusivamente da rappresentanti locali, scelti all’interno dei consigli regionali e tra i sindaci.

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Adels | Flytonic Theme by Flytonic.