Test di paternità: tutto quello che devi sapere

Una delle cose più belle che possa succedere durante la vita di un Uomo è diventare padre. La paternità è in grado di tirare fuori tutto il meglio di un Uomo: dolcezza, forza, amore. Per la maggior parte degli uomini i figli valgono più di qualsiasi cosa e fare sacrifici per loro è qualcosa di normale. Tuttavia, non sempre i figli sono veramente figli.

E’ triste da dire, ma nel mondo di oggi gli uomini non possono più fidarsi delle donne. Un’indagine su larga scala ha rivelato che circa il 7% dei nati non è figlio biologico del proprio padre legale. Insomma, il 7% dei bambini attualmente nasce a seguito di un tradimento commesso dalla donna. Sono dati agghiaccianti se si pensa che un Uomo è in grado di sacrificare tutto per un figlio. Ma è giusto sacrificare tanto per il figlio di un altro? Per il frutto di un tradimento?

Non è un caso che sono sempre più diffusi i test di paternità. Come funzionano questi test? Si tratta, sostanzialmente, di test del DNA. Per i dettagli tecnici consigliamo di consultare http://www.testdipaternita.me/ che è una risorsa, completamente in italiano, molto semplice da capire.

Riassumendo, per eseguire un test di paternità è necessario fare un piccolo prelievo di saliva (indolore e anche facilissimo) sia al bambino che al padre. I campioni vengono spediti ad un laboratorio specializzato che, mediante analisi del DNA, dà un responso scientificamente certo. Esistono test di paternità che si vendono in farmacia ma per ragioni di riservatezza di solito è sempre preferibile fare l’acquisto su internet. Inoltre di solito i test venduti in farmacia non sono di così buona qualità e hanno un grado di approssimazione troppo elevato.

In caso di dubbio si consiglia, come prima cosa, di rivolgersi ad un avvocato specializzato. Il problema di fondo è che la legge italiana dà purtroppo solo un anno al padre cornificato per disconoscere il figlio. E’ una legge ingiusta, che andrebbe cambiata, ma bisogna tenerne conto. In alcune legislazioni, come quella francese, è addirittura vietato eseguire il test di paternità senza il consenso della madre del bambino. Per tutti questi motivi, ancora prima dell’aspetto scientifico è importante muoversi con i piedi di piombo dal punto di vista legale.

Da notare che eseguire il test di paternità è un bene sia per il padre, che ha diritto a sapere chi è veramente suo figlio e a mantenere esclusivamente i suoi figli, e sia per il figlio che ha diritto di sapere chi è davvero suo padre. E pensiamo anche al caso della necessità di un trapianto o di altre cure mediche: conoscere perfettamente le proprie origini è assolutamente necessario. L’unica a rimetterci, a pensarci bene, è la donna traditrice. Ma in questo caso possiamo dire che se lo merita.

Tagged with:

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Adels | Flytonic Theme by Flytonic.