Aborto spontaneo sintomi

L’aborto spontaneo è l’interruzione della gravidanza avvenuta non per scelta ma per alcune complicazioni durante lla gestazione. I sintomi sono piuttosto evidenti e difficilmente possono essere ignorati.

Tra i principali sintomi dell’aborto spontaneo vi è un sanguinamento molto leggero proprio durante i giorni in cui normalmente dovrebbe presentarsi il ciclo mestruale. In questo caso la situazione potrebbe apparire un po’ confusa, soprattutto perché delle perdite rossastre possono esservi anche quando la gravidanza è un po’ difficoltosa ma di fatto non è avvenuta la perdita del bambino.

In alternativa, se la donna non sa di essere incinta, potrebbe pensare che si tratti di uno squilibrio ormonale che ha causato un flusso poco abbondante.

Aborto spontaneo sintomi: come riconoscerli

L’aborto spontaneo nella maggior parte dei casi, avviene nell’arco del primo trimestre. I campanelli d’allarme possono variare da donna a donna. Alcuni non danno grandi sospetti, come ad esempio il mal di schiena, tipico comunque tanto della fase mestruale che del periodo di gravidanza. L’aborto può provocare anche la perdita di peso.

Tra i sintomi più evidenti invece, troviamo il muco bianco con delle venature rosa che si deposita sugli slip, presenza accompagnata anche da dolori molto forti che ricordano quelli delle contrazioni, i quali arrivano ad avere intervelli che variano dai 5 ai 20 minuti.

Quando una donna perde il proprio bambino, potrebbe accorgersi del fatto anche da alcuni cambiamenti fisici. Se in quelle prime settimane il suo corpo stava cambiando per adattarsi alla presenza del bambino in grembo (fianchi che si allargano, seno che cresce e fa male al tatto erc), potrebbe rendersi conto che il suo fisico sta tornando indietro, allo stadio per così dire “normale”.

Qualsiasi sia il sintomo, è molto importante recarsi immediatamente dal ginecologo così da togliersi ogni dubbio. Proprio per prendere in tempo determinate situazioni, ma anche per monitorare l’andamento della gravidanza, è importante sottoporsi costantemente a dei controlli, senza ovviamente sottovalutare mai i sintomi ritenuti anomali.

Sintomi “interiori” dell’aborto spontaneo

Questa è una situazione piuttosto delicata. Non esistono ovviamente certezze ma tuttavia, alcune donne così come sono pronte a giurare di aver capito “nel cuore” di attendere un figlio, hanno sentito una vera e propria rottura interiore quando l’hanno poi perso. Tutto varia dalla sensibilità e dall’intuito proprio.

C’è da dire purtroppo che sui sintomi dell’aborto spontaneo e la situazione stessa in linea più generale, c’è ancora molta ignoranza. Le persone difficilmente condividono questa triste esperienza e le donne dopo che si trovano a viverla, non troveranno aiuti concreti. C’è molta disinformazione e il tabù è ancora forte. Per questo delle volte è importante rivolgersi a gruppi di donne che si trovano per condividere queste esperienze e trovare conforto l’una dall’altra.

Tagged with:

Lascia un commento

Copyright © 2017. All Rights Reserved. Adels | Flytonic Theme by Flytonic.